Ordini autorizzabili nei confini dello Stato Italiano

REPUBBLICA DI SAN MARINO

Ordine Equestre di San Marino

Insegne di Grande Ufficiale dell'Ordine Equestre di San Marino
Insegne di Grande Ufficiale dell’Ordine Equestre di San Marino

L’Ordine di San Marino fu istituito il 13 agosto 1859 e il suo regolamento stabilito dai decreti promulgati il 22 marzo 1860, il 27 settembre 1868 e l’11 gennaio 1872. É un’onorificenza civile e militare, conferita per benemerenze politiche, artistiche, scientifiche e religiose.

Ordine Equestre di Sant’Agata

L’Ordine di Sant’Agata fu istituito con decreto del 5 giugno 1923 e modificato con i decreti del 15 settembre 1923, del 5 giugno 1925, del 23 gennaio e 16 settembre 1946, del 19 dicembre 1957.
É destinato a premiare i cittadini stranieri che con l’industria, il lavoro e atti munifici a favore delle opere assistenziali, si sono resi benemeriti della Repubblica.

SANTA SEDE

La materia onorifica pontificia ha subito un riordino completo nel 1905, per volere di papa Pio X.

Ordine Supremo di Cristo

Denominato anche «della Milizia di Nostro Signore Gesù Cristo» (Milizia di N.S.G.C.), l’ordine venne fondato in Portogallo nel 1318, dopo numerose vicissitudini, fu riformato nel 1878 da papa Leone XIII e riorganizzato da papa Pio X con il Breve «Multum ad excitandos» del 7 febbraio 1905. É il più importante fra gli ordini pontifici, comprende un’unica classe di Cavaliere ed è riservato, solitamente, ai Capi di Stato cattolici.

Ordine dello Speron d’Oro

L’Ordine «dello Speron d’Oro» o «della Milizia Aurata», è composto da un’unica classe di Cavaliere, viene conferito di norma ai Capi di Governo e ad un ristretto numero cli personalità. Prevede un massimo di cento insigniti.

Ordine Piano

Città del Vaticano 19 ottobre 1999. Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Campi, in visita ufficiale a Sua Santità Giovanni Paolo II indossa il collare e la placca dell'Ordine Piano
Città del Vaticano 19 ottobre 1999. Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Campi, in visita ufficiale a Sua Santità Giovanni Paolo II indossa il collare e la placca dell’Ordine Piano

L’Ordine Piano detto anche «di San Pio IX», istituito nel 1559 da papa Pio IV, è stato rinnovato da papa Pio IX il 17 giugno 1847 e riformato nel 1905 da papa Pio X. Viene conferito solitamente agli ambasciatori in servizio presso la Santa Sede. La scelta della stella nell’insegna, anziché della croce come per gli altri ordini pontifici, permette di essere attribuito anche a personalità non cattoliche.

Collare dell'Ordine Piano
Collare dell’Ordine Piano

Ordine Equestre di San Gregorio Magno

L’Ordine venne fondato da Gregorio XVI nel 1831, in ricordo di papa Gregorio I, detto Magno (pontefice dal 590 al 604 d.C.), con lo scopo di ricompensare coloro che avessero prestato la loro opera fedele e assidua a favore della Chiesa e del papato. L’Ordine fu riformato nel 1834 e riordinato nel 1905. É suddiviso in una sezione civile e una militare.

Ordine Equestre di San Silvestro Papa

L’Ordine, dedicato a San Silvestro I (pontefice dal 314 al 335), nacque in forma autonoma nel 1804 e venne riformato nel 1905. É un ordine di natura civile, articolato in quattro classi di merito, Cavaliere di Gran Croce, Commendatore con placca, Commendatore e Cavaliere, viene conferito su proposta del Vescovo a coloro che abbiano servito la Chiesa in modo particolare, promuovendo la diffusione della fede e della dottrina cattolica nei vari ambiti.

Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme – O.E.S.S.G.

Insegne dell'ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Insegne dell’ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

Ordine di «subcollazione» della Santa Sede, è uno fra i più antichi sodalizi religiosi di natura militare, voluto da Goffredo di Buglione nel 1099 allo scopo della difesa del Santo Sepolcro e dei luoghi sacri di Gerusalemme. L’ordine è giunto alla sua attuale configurazione dopo varie riorganizzazioni, l’ultima delle quali, risalente al luglio 1977, ne ha riformato lo statuto che è stato approvato da papa Paolo VI.

SOVRANO MILITARE ORDINE DI MALTA

Sovrano Militare Ordine di Malta – S.M.O.M.

Insegne di gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta
Insegne di Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta

L’Ordine, accertato già nel 1099, venne fondato dopo la prima Crociata come ordine ospitaliero «di San Giovanni di Gerusalemme» e posto sotto la regola di Sant’Agostino. I primi statuti furono emanati nel 1121. L’Ordine attraversò i secoli con alterne vicende, spostandosi da Gerusalemme ad Acri, poi a Cipro, a Rodi, infine ottenne, nel 1530, l’isola di Malta dall’imperatore Carlo V. I cavalieri furono cacciati da Malta il 12 giugno 1798 dall’armata francese guidata da Napoleone Bonaparte. Fu solo nel 1827 che papa Leone XII trasferì a Roma la sede dell’ordine, con la successiva conferma da parte di papa Gregorio XVI nel 1831. La nuova carta costituzionale venne approvata da papa Giovanni XXIII attraverso il Breve del 24 giugno 1961.

Ordine Cavalleresco al Merito Melitense

In forza dell’antico jus honorum, nel 1920 venne istituito l’Ordine al Merito Melitense, più volte riformato e suddiviso in tre classi: civile, militare e religiosa. La classe civile prevede la foggia maschile e femminile. Le onorificenze, sono conferibili dal 1955 anche ai non cattolici, si articolano in tre categorie: il collare, costituito in un grado unico; la croce, che comprende sei gradi per i laici e i militari e due gradi per i religiosi; la medaglia, prevista in tre gradi.

CASA ASBURGO-LORENA TOSCANA

La Casa Asburgo-Lorena resse la Toscana dal 1754 fino al 1859, quando l’ultimo granduca, Leopoldo II, fu costretto a lasciare Firenze.

Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire

A sinistra: insegne dell'Ordine di Santo Stefano Papa e Martire A destra: insegne dell'Ordine al Merito sotto il Titolo di San Giuseppe
A sinistra: insegne dell’Ordine di Santo Stefano Papa e Martire
A destra: insegne dell’Ordine al Merito sotto il Titolo di San Giuseppe

L’Ordine di Santo Stefano fu approvato con Bolla Pontificia “His quae pro Religionis propagatione” da papa Pio IV il 1 febbraio del 1562, e istituito da Cosimo de Medici, venne posto sotto la regola di San Benedetto. Dopo alterne vicende, fu ripristinato nel 1815 e riformato nel 1817.

Ordine del Merito sotto il Titolo di San Giuseppe

L’Ordine fu istituito da Ferdinando III di Toscana nel 1807 e riordinato dieci anni più tardi. Era destinato a ricompensare le azioni virtuose e importanti servizi resi allo Stato o al sovrano. Sospeso dopo il 1859, l’ordine venne rivitalizzato il 19 marzo 1972 dall’arciduca Goffredo d’Asburgo, capo della Casa, e da suo figlio, l’arciduca Leopoldo.

CASA BORBONE-DUE SICILIE (RAMO FRANCESE – RAMO SPAGNOLO)

La Real Casa Borbone Due Sicilie regnò dal 1734 fino al 20 marzo 1861, con Francesco II (morto in esilio il 27 dicembre 1894).

Insigne Reale Ordine di San Gennaro

S.A.R. l'Infante di Spagna don Carlos di Borbone Due Sicilie, duca di Calabria, Gran Maestro degli ordini napoletani (ramo spagnolo)
S.A.R. l’Infante di Spagna don Carlos di Borbone Due Sicilie, duca di Calabria, Gran Maestro degli ordini napoletani (ramo spagnolo)
insegne di Gran Maestro dell'Insigne Reale Ordine di San Gennaro
insegne di Gran Maestro dell’Insigne Reale Ordine di San Gennaro

L’Ordine di San Gennaro venne istituito il 6 luglio 1738 da Carlo III, re delle Due Sicilie; i suoi statuti furono approvati da papa Benedetto XIV il 30 giugno 1741. L’ordine accoglieva la nobiltà napoletana che si fosse distinta per altissimi servigi al sovrano.

Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio

S.A.R. il Principe Carlo di Borbone Due Sicilie, duca di Castro, Gran Maestro degli ordini napoletani (ramo francese)
S.A.R. il Principe Carlo di Borbone Due Sicilie, duca di Castro, Gran Maestro degli ordini napoletani (ramo francese)
insegne di Cavaliere di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
insegne di Cavaliere di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio

L’Ordine Costantiniano di San Giorgio fu fondato secondo la tradizione nel 1190 dall’imperatore d’Oriente Isacco IV Angelo Flavio Comneno. Fu retto dalla dinastia dei Comneno che lo tramandarono di padre in figlio, fino a quando l’ultimo discendente di quell’antica famiglia trasferì il gran magistero al duca di Parma Francesco Farnese e ai suoi successori nel 1697. Nel 1727, il duca Antonio Farnese chiamò a succedergli l’infante Carlo di Borbone, figlio della sorella Elisabetta e del re di Spagna Filippo V. Divenuto re cli Napoli e Sicilia, Carlo trasferì l’ordine a Napoli e il gran magistero passò a tutti i re delle Due Sicilie.

CASA BORBONE-PARMA

La casa Borbone regnò a Parma e Piacenza fino al 9 giugno 1859, con il duca Roberto I (morto in esilio il 10 novembre 1907). L’attuale Gran Maestro è S.A.R. il principe Carlo Saverio di Borbone, duca di Parma e Piacenza.

Sacro Angelico Imperiale Ordine Costantiniano di San Giorgio

L’ordine fu ricostituito a Parma nel 1816 ad opera di Maria Luigia d’Austria, duchessa di Parma e Piacenza, che rivendicò per sé e la sua discendenza il gran magistero.

Ordine del Merito sotto il Titolo di San Lodovico

Insegne dell'Ordine del Merito sotto il Titolo di San Lodovico
Insegne dell’Ordine del Merito sotto il Titolo di San Lodovico

L’Ordine fu istituito a Lucca il 22 dicembre 1836 e ricostituito in Parma a numero chiuso, con decreto ducale dell’ 11 agosto 1849.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi